Go to Top

UN PROGETTO DI CONDIVISIONE DELLE CONOSCENZE DEL TERRITORIO

Il 26 giugno 2014 è stata pubblicata la prima versione di BresciaConnessa, o meglio, abbiamo reso pubblica e disponibile per i test la nostra idea di realizzare il primo socialmedia locale, un progetto di costruzione di un “portale” per la raccolta e la condivisione delle conoscenze del territorio e della sua cultura tramite la visualizzazione su tutti i diversi device digitali di video realizzati e postati per la libera condivisione e presenti sui principali OTT in rete.

Abbiamo privilegiato il video come linguaggio più coinvolgente e di facile fruizione anche se immagini e testi possono essere inseriti per complemento o in assenza di video. L’obiettivo e quello di coinvolgere e convincere della bontà dell’idea  non solo singole persone ma tutte le  organizzazioni portatrici di interesse motivate a divulgare e produrre contenuti sulle proprie attività sociali e culturali, comunque legate al territorio. Dunque abbiamo pensato ad una WEBTV di nuova generazione espressione e piattaforma creata appositamente per promuovere l’attività delle sue comunità più o meno strutturate e attive nell’ambito della cultura, dello sport, del volontariato e dell’associazionismo ma anche delle attività produttive.  Perché non un canale YOUTUBE o VIMEO? Perché per noi è stimolante e interessante ovviare ai loro limiti, in particolare la dispersione nel mare magnum di una rete globale e facilitare l’aggregazione per la ricerca avendo presente la scarsa cultura degli utenti nel catalogare i propri contenuti.

Ci affidiamo quindi al crowdsourcing, sarà la “folla” e dunque anche il singolo individuo  a comunicarci quali video sono disponibili per essere censiti in BresciaConnessa. La folla, o meglio ancora chiunque conosca l’indirizzo di un video che racconta Brescia e i bresciani è chiamato a comunicarcelo.

Bresciaconnessa diventerà la SocialTv delle comunità bresciane dove si potrà vedere anywhere, anytime e con anydevice i migliori video disponibili sul web e di conseguenza sapremo stimolare un auspicato spirito collaborativo perché chi desidera promuover il proprio territorio e le proprie  iniziative più interessanti per presentare e sostenere i propri valori.

Perché la macchina possa avviarsi è necessario poter contare sulla collaborazione a breve di persone volontarie e volonterose (ma ovviamente interessate a confrontarsi sulla validità del progetto stesso portando fattivi contributi e sperimentando  la funzionalità dell’interfaccia utente) per costituire un gruppo operativo di gestione e governo del sistema.. E’ l’occasione per incontrare persone disponibili  a condividere una attività da cui potremo tratte tutti beneficio e sondare pure l’interessa a discutere con noi del futuro di BresciaConnessa, sia per definire le regole base sia per garantire in termini etici ruoli e responsabilità nonché le modalità per coordinare il  crowdsourcing.

NexTv si è assunta  per tutta la fase di startup il compito più oneroso (la scrittura del software), e probabilmente è andata anche oltre coinvolgendo i propri collaboratori, ma sappiamo che è fondamentale allargare gli orizzonti coinvolgendo più persone possibile.

Chiunque fosse interessato, e dopo aver valutato su questo blog obiettivi e finalità del progetto, potrà chiederci di partecipare sia a corsi di approfondimento per il lavoro di backend sia alla discussione sulle forme migliori per costituirsi in Associazione.
Vai alla pagina di registrazione. Comincia a navigare e informaci sui tuoi interessi e disponibilità a collaborare.

Attendiamo comunque anche l’interessamento di privati e di associazioni che hanno idee per sentirsi potenziali partner del progetto stesso, attendiamo docenti che intendono promuovere la partecipazione al popolamento di alcuni canali o categorie attinenti alla loro attività didattica:  Perché non coinvolgere alcune scolaresche in ricerche per popolare per esempio  il canale delle eccellenze, dei monumenti del proprio paese? Si facciano avanti associazioni o comunità interessate ad un dialogo diretto. E perché no ci piacerebbe incontrare quei rappresentanti delle istituzioni che percepiscono l’opportunità di collaborare per facilitare la loro comunicazione e le interazioni con i cittadini partecipando a questo progetto decisamente innovativo. Se possiamo condividere valori e crediamo tutti nella validità di operare per la salvaguardia dei beni comuni BresciaConnessa è uno strumento che potrà dare a tutti grandi soddisfazioni..

Dovremo aprire un dibattito sul blog per come arrivare alla migliore governance, quale possa essere la forma giuridica più adatta per fornire garanzie sulle regole che si saremo dati. Oggi non ha senso farlo in quanto dobbiamo ancora capire quali e quante e che tipo di adesioni potremo avere. Pensiamo che attendere la fine dell’anno 2016 possa essere una cosa corretta. Abbiamo un blog, serve proprio a questo, a proporre e commentare, confrontare e decidere.

Cllica qui per provare a navigare !